Skip to content

Posts from the ‘news’ Category

22
lug

Bikemobil Card Merano

Andare in bici durante le vacanze a Merano e dintorni è un divertimento che piace ai grandi e piccoli. È un modo ideale per andare un pò più lontano, stare nella natura senza traffico e esplorare le ricchezze del paese. La bikemobil Card unisce la possibilità di andare in bici (a noleggio) e con il treno. A Merano, nei dintorni e nella Val Venosta si può pedalare e vivere l’ambiente incontaminata. Dalla fine di aprile si può combinare bus, treno e bici a noleggio. La bikemobil Card esiste per un giorno, per tre giorni e per sette giorni. Per adulti costa rispettivamente 24 €, 30 € e 34 €. Per bambini da 6 a 14 anni non ancora compiuti costa 12 €, 15 € e 17 € rispettivamente.

26
lug
logo_2010

Xong – Mondo delle valli, degli uomini e della musica

Uno dei più importanti festival culturali dell’Europa si chiama Xong. E’ un punto d’incontro dei tre paesi Italia, Svizzera e Austria. Il motto della manifestazione è “Mondo delle valli, degli uomini e della musica”. Dal 25 al 31 luglio 2010 la 12esima edizione di Xong offre un ricchissimo programma tra letture gialle, voci e colazioni in corda, escursioni culturali, concerti e molto altro. Masi si mettono in festa, in osteria si ascolta la musica e in un laboratorio si vede strumenti ad arco e a fiato. ‘Lo spirito libero’ è quello che viene festeggiato, che dà idee e spettacolo, che attira anche a chi non ne ha ma vorrebbe. In posizione ‘strategica’ tra i tre paesi viene visitato da molta gente.

Se vuole visitare il festival, forse pernotta a rablá.

5
lug

Le ciliege selezionate

750 tonnellate di fierezza nell’Alto Adige! 750 tonnellate di ciliege all’anno che avranno un futuro ‘marchiato’. Da luglio 2010 le ciliege avranno il marchio di qualità come già le mele ne portano. I criteri che devono raggiungere le ciliege sono: devono essere mature, sane, con un colore omogeneo, avere un diametro di almeno di 22 mm e raccolte a mano e cosi avendo ancora il picciolo. Lo zucchero delle ciliege deve essere talmente alto di garantire la dolcezza del frutto. Tanta fierezza, tanto impegno ma anche tanti soldi in più? In ogni caso porta l’Alto Adige di nuovo un passo di più verso uno statuto prediletto per i suoi prodotti naturali e la sua attenzione verso prodotti d.o.c.

30
giu

Laghi alpini

Le Alpi sono pieni di specchi d’acqua, grandi e piccoli, nascosti in una foresta fitta oppure in mezzo una natura aspra, ricchi di fauna e flora oppure magre ‘pozzanghere’ ma sempre con acque cristalline e magici. Alcuni sono artificiali altri naturali, alcuni ideali per balenarsi, surf e vela, altri paradisi per chi ama l’escursionismo nella natura. Il lago di Anteselva, di Caldaro e il laghetto di Fiè sono ideali per chi ama immergersi nelle avventure del lago. I laghi di Monticolo si trovano immersi nei boschi misti che si colorano in autunno di mille colori. Nel lago di Resia si trova un campanile e i laghi di Sopranes sono il più esteso gruppo lacustre ad alta quota.

20
apr

Il Mountain Pass Alta Badia

Essere mobili in vacanza è importante ma non sempre è anche divertente oppure possibile con la propria macchina. Quindi sono i trasporti pubblici che sono comodi da prendere. Con il Mountain Pass Alta Badia si può stare tranquilli. Tra il 19.06. fino al 19.09.2010 comprende su 7 pernottamenti 5 giorni a scelta un utilizzo illimitato di impianti di risalita e degli autobus attorno al Gruppo del Sella, al passo Falzarego e in Val Badia, Val Gardena, Val Pusteria fino a Bolzano e Bressanone. Inoltre ci sta un escursione guidata per conoscere meglio la valle, le Dolomiti, la cultura ladina. E tutto per due persone. Il pernottamento è per 7 giorni in appartamento, camera doppia con colazione oppure con mezza pensione.

30
mar

Comuni rinnovabili 2010

Mentre i politici parlano dell’effetto serra l’uomo semplice è quello che si muove. Partecipa ad azioni come quella del 27 marzo spegnendo le luci la sera per un’ora e mangiando cibi bio. Ma anche i comuni, le città si muovono. I comuni più verdi infatti si trovano in Alto Adige. Suderno, Glorenza, Brunico, Monguelfo, Dobbiaco e molti altri usano un mix di fonti rinnovabili per l’energia. Tra fotovoltaico, eolico, geotermico, biomassa e idroelettrico i comuni creano un ambiente pulito e tanti nuovi posti di lavoro. Proprio per l’Alto Adige è importante perché vanta di una bellezza naturalistica unica che vuol essere conservata e custodita con cura. Dunque: Forza Alto Adige, va avanti e fa che tutti i comuni saranno rinnovabili – di energia.

1
mar

Il Papa a Bressanone 2010

Le vacanze del Papa per il 2010 non sono ancora certe, però probabilmente trascorre le vacanze estiva 2010 a Bressanone. Benedetto XVI. È già arrivato 2008 per due settimane. 120 agenti di sicurezza assicurano il sui tranquillo soggiorno. Non è la prima volta che lui villeggia a Bressanone perché con la sorella e il fratello negli anni 70/80 ci già è venuto qualche volta – come si ricorda ancora qualche proprietario di ristorante. Si aspetta un bella folla di pellegrini perché anche 2008 è apparito due volte per il tradizionale Angelus il 3 e 10 agosto 2008. Si spera che non usciranno cose ‘strane’ come lo ‘strudel Benedetto XVI’ e che tutto si svolge con una certa tranquillità. E si spera a più turisti per i prossimi anni.

7
gen

La Grolla Valdostana

Ogni paese, ogni popolo ha la sua tradizione di festeggiare gli eventi. Cosi anche l’Alta Badia dove ancora oggi vengono vissuti i vecchi ‘riti’. La grolla valdostana è un oggetto proveniente da un tempo lontano. Deriva dal Santo Graal secondo la leggenda, è di legno e ha un coperchio che simboleggia vittoria e amicizia. Viene oggi usato come trofeo ma anche per bere il caffè alla valdostana. La scodella ha dei beccucci da cui viene sorseggiata la bevanda calda. Si sta seduti intorno al tavolo in un allegro giro di amici e la scodella, la grolla, viene dato da uno all’altro. Un modo molto bello a mostrare l’amicizia, di stare insieme. Naturalmente in tempi remoti si beveva il vino dalla scodella, il caffè non si conosceva ancora all’ora. Al caffè viene mescolato anche la grappa, un pò di zucchero, una scorza di limone o altri aromi. Provate la grolla valdostana in un rifugio – un’esperienza unica!